Settembre 2017
07-10
Giovedì, 15:30

I NOSTRI AUTORI AL FESTIVALETTERATURA DI MANTOVA - EDIZIONE 2017

Mantova

I NOSTRI AUTORI AL FESTIVALETTERATURA DI MANTOVA - EDIZIONE 2017:

Giovedì 7 settembre, ore 15.30 • Archivio di Stato - cortile     Via Dottrina Cristiana• € 5,00:

Andrea Grignolio e Federico Taddia
L’ALLEGRISSIMO CHIRURGO!

dagli 8 ai 10 anni
A che cosa servono le tonsille? È meglio avere la febbre da cavallo o un cuor di leone? Cosa succede quando si starnutisce? Chi ha inventato le siringhe?
L’aerosol è uno strumento di tortura? Federico Taddia e lo storico della medicina Andrea Grignolio, autori del libro Perché si dice trentatré?, accompagnano il pubblico in un suggestivo viaggio all’interno del corpo umano, per scoprire
malattie e cure, medicinali e corretti stili di vita, le nuove frontiere della scienza e gli strumenti più strani e curiosi usati dai dottori nel corso dei secoli. Un efficace vaccino per proteggersi dal virus dell’ignoranza

Sabato 9 settembre, ore 21.00 • Archivio di Stato - cortile       Via Dottrina Cristiana • € 6,00:


Hans Tuzzi e Giuseppe Montesano con Simonetta Bitasi
SCRITTORI CHE SCRIVONO SCRITTORI

Quando gli scrittori raccontano la lettura lo fanno da scrittori: “Bisogna rubare tempo perché è in gioco l’esistenza, leggere per vivere vuol dire attingere quell’energia che fa essere la realtà diversa da una prigione e dobbiamo diventare lettori selvaggi proprio ora che non abbiamo tempo”, scrive sulla relazione
tra vita e lettura Giuseppe Montesano in Lettori selvaggi, monumentale ma quanto mai selvaggia opera sugli inventori di paradisi artificiali. Di letture, lettori, scrittori lo studioso e autore di Di questa vita menzognera si confronta con Hans Tuzzi, che della poliedricità ha fatto un marchio distintivo: bibliofilo,
saggista, scrittore e apprezzato giallista che nel recente Come scrivere un romanzo giallo o di altro colore ci regala più indicazioni e spunti di lettura che non di scrittura.

Sabato 9 settembre, ore 21.00 • Teatro Ariston                         Via Principe Amedeo, 20 • € 10,00:

Stefano Mancuso e Deproducers
BOTANICA

Il mondo vegetale esplorato in musica. Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale e autore di Botanica Plant Revolution, racconta i modelli cooperativi, le strategie di adattamento, la “sensibilità ambientale” delle piante, in uno spettacolo coinvolgente in cui il
discorso musicale fa da contrappunto a parole e immagini. Botanica prosegue il progetto musicale avviato dal collettivo Deproducers, che unisce compositori e strumentisti indipendenti votati alla divulgazione scientifica. I Deproducers sono Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia, Gianni Maroccolo, Max Casacci.

Domenica 10 settembre, ore 16.00 • Palazzo Ducale - Piazza Castello • € 6,00:

Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli con Luigi Caracciolo
VENT’ANNI DI LIBRI E CHIACCHIERE INSIEME

L’amicizia tra Loriano Macchiavelli e Francesco Guccini nasce
in una Bologna delle osterie, degli studenti e delle contestazioni e piena di fermento culturale giovanile. Le loro strade si separano fino a quando la misteriosa storia di un prete assassinato a Pàvana li fa incontrare nuovamente.
Da quel caso di cronaca prende corpo Macaronì, romanzo di santi e delinquenti, un giallo a quattro a mani che esce nel 1997 e incontra subito un successo di pubblico straordinario. Da questo sodalizio letterario e conviviale nasceranno
altri cinque romanzi, una raccolta di racconti e altri brevi scritti sparsi. Ma i vent’anni, si sa, vanno sempre festeggiati, ed ecco che i due autori emiliani trovano il tempo di divertirsi e farci divertire con un nuovo romanzo, Tempo da elfi,
un giallo perso nei boschi con protagonista un ispettore della Forestale: Marco Gherardini detto Poiana. A incontrare il duo Guccini-Macchiavelli è l’esperto di gialli Luigi Caracciolo.

Domenica 10 settembre, ore 17.00 • Tenda Sordello -             Piazza Sordello • ingresso libero:

Stefano Mancuso
IL FUTURO È NELLE PIANTE

accenti - territori resilienti
Sono organizzate in reti viventi capaci di superare cataclismi, hanno straordinarie capacità adattive, sono in grado di sintetizzare sostanze che influenzano il comportamento di chi entra in relazione con loro, non consumano energia.
La ricerca tecnologica – a parere di Stefano Mancuso (Plant revolution) – deve ripartire dalle piante.
 

Condividi
Gli autori
Stefano Mancuso Stefano Mancuso

Stefano Mancuso, Scienziato di prestigio mondiale, professore all’Università di Firenze, dirige il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV). Membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior, ha insegnato in università giapponesi, svedesi e francesi ed è accademico ordinario...

  • Plant Revolution
  • Verde brillante
  • Biodiversi

Giuseppe Montesano Giuseppe Montesano

GIUSEPPE MONTESANO è nato a Napoli. È autore dei romanzi Nel corpo di Napoli (Mondadori 1999, finalista al Premio Strega), A capofitto (Mondadori 2000), Di questa vita menzognera (Feltrinelli 2003, Premio Selezione Campiello e Premio Viareggio-Rèpaci) e Magic People...

  • Lettori selvaggi

I libri
  • Perché si dice trentatré?