Il gruppo Giunti

Mercato

Giunti Editore opera principalmente nei settori editoria di libri ed editoria scolastica (in formato tradizionale cartaceo e digitale).

Editoria di libri

Il settore presenta un medio livello di concentrazione. Secondo la classifica Databank, nel 2013 i gruppi leader di settore sono Arnoldo Mondadori Editore, RCS Libri e Giunti Editore, che concentrano complessivamente circa il 40% del mercato italiano (i primi 8 gruppi raggiungono il 60%).

Accanto ai grandi gruppi editoriali che dominano il mercato, contraddistinti da un'elevata integrazione nella filiera produttiva/distributiva del libro e dei contenuti editoriali (i leader fanno parte di grandi concentrazioni industriali diversificate in tutti campi dell'editoria e della comunicazione), operano case editrici di dimensioni medie e medio-piccole (in genere specializzate) e numerosi piccoli e piccolissimi editori (specializzati in micro-nicchie di mercato).

Secondo il Rapporto sullo stato dell’editoria in Italia 2013, pubblicato dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), il mercato del libro nel 2012 vale complessivamente 3,1 miliardi di euro, in flessione del 6,3% rispetto al 2011.

Il mercato trade (Librerie, GDO, e-commerce) chiude il 2013 attestandosi su 1.145 milioni di euro, con un calo del 9,8% sul 2012, inferiore rispetto a quello registrato nel 2012 (-12,4%). All’interno del settore, dal punto di vista delle tipologia di produzione editoriale, si possono individuare vari segmenti corrispondenti a diverse aree tematiche: narrativa e saggistica; grandi opere a fascicoli; grandi opere rateali; enciclopedie; editoria per ragazzi. La contrazione ha riguardato trasversalmente tutti i segmenti, fatta eccezione per l'editoria per ragazzi (+3%). In un mercato in generale contrazione, si segnala il forte sviluppo delle vendite di e-book, tipico dei mercati iniziali, con forti accelerazioni, ma numeri assoluti ancora piccoli. Il mercato nel 2013 è stimabile intorno al 2,5% del giro d'affari complessivo del libro.

Nel 2013 il numero delle aziende rilevanti presenti nel settore è 2.700 e gli addetti specifici sono stimati in 8.000.

Editoria Scolastica

Il settore è caratterizzato dalla presenza di operatori per la maggior parte specializzati e prevalentemente nazionali. Accanto ai grandi gruppi editoriali/operatori, che dominano il mercato e attivi in tutti i segmenti, sono presenti piccole e medie case editrici, focalizzate su alcune aree d'affari e/o discipline, talvolta con forti presidi in limitati ambiti locali. La concentrazione dell’offerta è molto alta: i primi 4 gruppi concentrano il 63% del mercato, i primi 8 raggiungono l'81%, rispetto ad un totale stimato di oltre 3.000 imprese, di cui 100 sono considerate rilevanti. Gli addetti specifici del settore sono stimati in circa 1.300 unità.

Nel segmento della scuola primaria la posizione di leadership è occupata da Giunti Scuola, seguito da Edizioni Il Capitello, RCS Libri e Mondadori Education. 

Continua il processo di transizione dal cartaceo al digitale, che vedrà dall’anno scolastico 2014/2015 l’obbligo di rendere disponibile l’edizione in formato interamente digitale eventualmente affiancata a quella tradizionale. Le società del gruppo Giunti Editore sono attrezzate e all’avanguardia per affrontare questo cambiamento.