Narrativa

Il libro dei desideri

Dionne Brand

320 pagine

Una scena indimenticabile sta al cuore di questo polifonico romanzo: la concitata fuga notturna di un gruppo di vietnamiti clandestini, verso lontani approdi. Nel buio e nella calca, il piccolo Quy viene smarrito dalla sua famiglia e, mentre i genitori disperati riescono ad arrivare in Canada con le sorelline, il bimbo finisce disperso in un campo profughi tailandese. Vent'anni dopo, negli anni Novanta, la madre si sfibra ancora in una disperata ricerca, affidandosi a mediatori avidi; la famiglia nel frattempo si è accresciuta di due figli nati in Canada e si è arricchita con un ristorante, ma il dolore dei genitori per il bimbo perduto getta ombre sulla vita di tutti loro. La più giovane dei figli, Tuyen, è un'artista e sparisce con i suoi amici - come lei, giovani canadesi nati da immigrati - la ribellione contro le aspirazioni all'integrazione e i dilemmi dei genitori. Il ritmo eccitante, romantico e pericoloso delle storie vissute nella metropoli canadese si accavalla con lo sconcertante monologo di Quy, pulsante e inesorabile come un'oscura linfa sotterranea, e la maestria di Dionne Brand riesce a fondere le storie di tutti i protagonisti verso l'inatteso finale.

Condividi
  • Editore: Giunti
  • Collana: Astrea
  • Traduttore: Sara Fruner
  • Copertina: Brossura con bandelle
  • Dimensione: 13x19.3cm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN - EAN: 9788809041080
  • Data di pubblicazione: 2005
  • Prima edizione: aprile 2005