André Malraux

(Parigi 1901– Créteil 1976). Dopo una missione archeologica in Oriente pubblicò il saggio La tentazione dell’Occidente (1926) e i due romanzi I conquistatori (1928) e La condizione umana (1933, premio Goncourt, disponibile nei Classici contemporanei Bompiani, 2018), accomunati dal tema della libertà umana che si esprime unicamente nell’azione individuale: ne deriva un’estetica del mistero e dell’eterno, che privilegia la sensibilità artistica sulle diverse forme di sopravvivenza. Tra le altre sue opere: La via dei re (1930), Antimémoires (1967).