Gianni Rodari

Insegnante, giornalista e scrittore di libri e programmi televisivi per l’infanzia, ha rinnovato il cuore della letteratura per ragazzi, teorizzando l’importanza della poesia vissuta come gioco e le potenzialità dell’arte di inventare storie. Dopo gli studi in seminario e il diploma magistrale, la militanza nell’Azione Cattolica, per poter insegnare alla scuola elementare fu costretto a iscriversi al Partito Fascista, ma nel 1944 decise di iscriversi al Partito Comunista e partecipare alle lotte della Resistenza. Dopo la guerra venne chiamato a L’Unità come cronista e, nello stesso periodo iniziò a scrivere racconti per bambini pubblicando Il libro delle Filastrocche e il Romanzo di Cipollino. Nel 1959 uscì Filastrocche in cielo e in terra e negli anni Sessanta, iniziò a pubblicare per Einaudi. Raggiunta la tranquillità economica, si dedicò a tempo pieno alla scrittura per bambini. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue e hanno ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Andersen nel 1970.

Condividi