Lope de Vega

Lope de Vega Carpio (Madrid, 1562 – Madrid, 1634), figlio di un ricamatore, di ingegno precocissimo, brucia nella sua vita tumultuosa esperienze culturali e avventure sentimentali, in un intreccio di vitalità e affabulazione letteraria. Definito, volta a volta, “Prodigio della natura”, “Fenice degli ingegni”, re indiscusso dei teatri (colui che si era impadronito della “Monarquía cómica” come con una certa amarezza dice Cervantes) Lope de Vega ha legato indissolubilmente il proprio nome allo sviluppo del teatro spagnolo.