Ci chiamavano banditi
Ci chiamavano banditi

Guido Petter

Ci chiamavano banditi

Età di riferimento: 10 anni

Le vicende della guerra partigiana raccontate in prima persona da Guido Petter, salito cinquant'anni fa sui monti della Valdossola con le sue speranze, i suoi ideali, i suoi dubbi. Lui ha diciassette anni e cerca i partigiani nella Valdossola, con una pistolina che sembra quella di Buffalo Bill. Vuole stare con loro, dalla parte giusta, contro i neri, i fascisti. Ci riesce. Gli danno subito un fuc...
Continua a leggere
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 9,90
Editore: Giunti Junior
Collana: Capolavori contemporanei
Copertina: Cartonato olandese
Pagine: 288
Dimensione: 13 x 19,5
Data di pubblicazione: 23/01/2008
ISBN: 9788809056343
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Giunti Junior
Collana: Capolavori contemporanei
Pagine (ed. cartacea): 288
Data di pubblicazione: 23/01/2008
ISBN: 9788809996830

L'autore

Guido Petter (1927-2011) è stato professore ordinario presso la facoltà di psicologia dell’Università di Padova, ha curato la traduzione e diffusione del pensiero di Jean Piaget in Italia, ed ha compiuto numerose ricerche su temi dello sviluppo cognitivo, della psicologia dell’adolescenza, della genitorialità e della psicologia dell’educazione. Maestro di molte generazioni di psicologi italiani, ha contribuito significativamente alla diffusione di una cultura psicologica nelle scuole e tra gli insegnanti, pubblicando numerosi volumi scientifici e divulgativi di psicologia e psicopedagogia. Nei suoi romanzi per ragazzi si è ispirato ai suoi ricordi di ex partigiano, dando vita a indimenticabili storie di Resistenza e di coraggio, basate sul rifiuto della violenza, dell’ingiustizia, della crudeltà insensata, del razzismo e dell’intolleranza ideologica. Nel dicembre 2005 è stato insignito della Medaglia d’Oro del Presidente della Repubblica per i Benemeriti della Cultura e dell’arte.

Continua a leggere