Goodbye Kant!
Goodbye Kant!

Maurizio Ferraris

Goodbye Kant!

A Kaliningrad gli abitanti si fanno fotografare davanti al monumento di Kant il giorno delle nozze, e questo in pratica è quasi tutto quello che resta. E in teoria? Resta una rivoluzione che ha condizionato tutta la filosofia moderna. L'ingenuo guarda il Sole che tramonta e conclude che gira intorno alla Terra; l'esperto sa che è la Terra a girare intorno al Sole; questa è la rivoluzione di Copern...
Continua a leggere
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 9,00
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Saggistica
Copertina: Brossura
Pagine: 160
Dimensione: 13 x 19,8
Data di pubblicazione: 09/05/2018
ISBN: 9788845297571
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Saggistica
Pagine (ed. cartacea): 160
Data di pubblicazione: 09/05/2018
ISBN: 9788858778913

L'autore

Maurizio Ferraris è professore ordinario di Filosofia teoretica nella Università di Torino, dove dirige il LabOnt (Laboratorio di ontologia). È direttore della “Rivista di Estetica”, condirettore di “Critique”, membro del comitato storico di “Alfabeta2” ed editorialista di “La Repubblica”. Directeur d’études al Collège International de Philosophie, Fellow della Italian Academy for Advanced Studies e della Alexander von Humboldt Stiftung, visiting professor alla École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi e in altre università europee e americane, ha scritto una quarantina di libri tradotti in varie lingue, tra cui Storia dell’ermeneutica (1988), Estetica razionale (1997), Dove sei? Ontologia del telefonino (2005, Premio filosofico Castiglioncello) e Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce (2009). Alla sua carriera è stato conferito nel 2008 il Premio Filosofico “Viaggio a Siracusa”.

Continua a leggere