I poveri sono matti
I poveri sono matti

Cesare Zavattini

I poveri sono matti

'Zavattini si muove lungo la pista che dal comico porta all'umorismo, vale a dire, procura di inventare senza posa fatterelli, colpi di scena che riscattino la vita dal grigio della routine e dell'abitudine, che ci facciano riassaporare i piaceri dell'imprevisto, dell'emozione. L'autore si colloca nel mondo di una piccola borghesia di impiegati sepolti sotto il peso di interminabili ore d'ufficio,...
Continua a leggere
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 10,00
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Narrativa
Copertina:
Pagine:
Dimensione:
Data di pubblicazione: 22/10/2014
ISBN: 9788845269059
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Narrativa
Pagine (ed. cartacea):
Data di pubblicazione: 22/10/2014
ISBN: 9788858768860

L'autore

Cesare Zavattini (1902-1989) nasce a Luzzara, in provincia di Reggio Emilia. Scrittore, soggettista, pittore, nel 1935 comincia il proprio rapporto con il cinema firmando il soggetto di Darò un milione, per la regia di Mario Camerini. In seguito, collabora con Mario Bonnard e Alessandro Blasetti prima di iniziare un lungo e prolifico sodalizio con il regista Vittorio De Sica, che frutterà alcuni capolavori del neorealismo (Sciuscià, Ladri di biciclette, Miracolo a Milano, Umberto D.) Tra le altre sue sceneggiature di rilievo, ricordiamo quelle per Domenica d’agosto di Luciano Emmer, Prima comunione di Blasetti, Bellissima di Luchino Visconti e Roma ore 11 di Giuseppe De Santis. Nei Classici Bompiani sono disponibili i volumi Opere 1931-1986 e Lettere, nei Tascabili Bompiani è in corso di pubblicazione la sua opera letteraria.

Continua a leggere