Il sole dei morti
Il sole dei morti

Ivan Sergeevič Šmelëv

Il sole dei morti

Penisola di Crimea, 1920-1921. La Riviera russa, devastata dalla rivoluzione e dalla guerra civile, è teatro della vendetta dei vincitori. Nella terra dei cimmeri, dove un mito degli antichi greci collocava la porta dell’Ade, divampa il moderno inferno dello sterminio dei “nemici del popolo”. Dall’alto di una casetta su un poggio affacciata su Alušta, cittadina incastonata tra i monti e il Mar Ner...
Continua a leggere
Acquista su Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 20,00
Editore: Bompiani
Collana: Narratori stranieri
Copertina: brossura con sovraccoperta
Pagine: 400
Dimensione: 150.0 x 210.0
Data di pubblicazione: 09/06/2021
ISBN: 9788830103177
Acquista su Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Bompiani
Collana: Narratori stranieri
Pagine (ed. cartacea): 400
Data di pubblicazione: 09/06/2021
ISBN: 9788858793916

L'autore

Ivan Sergeevič Šmelëv è nato a Mosca nel 1873 ed è morto esule nel 1950 in Francia. Agli inizi del 1900 è stato tra gli autori di punta della Casa editrice e rivista “Znanie”, apprezzato da Gor’kij e Korolenko. Per Šmelëv e altri la critica successiva ha individuato il termine di “realismo critico”, più permeabile alle suggestioni del coevo simbolismo. Nei suoi racconti e romanzi si riflettono il periodo rivoluzionario 1905-1917 (Il cittadino Uklejkin, 1908; Memorie di un cameriere, 1911; Ciò è stato, 1919-1922) e la guerra civile (Il sole dei morti, 1923). Emigrato in Francia, scrisse numerosi racconti e romanzi, ambientati sia nella sua terra, della cui lingua restò raffinato cultore e novatore, sia nella realtà e nei tormenti dell’esilio. Straordinarie opere di spiritualità popolare sono quelle che lo hanno reso più famoso tra i lettori russi: Pellegrinaggio, 1930-31, e L’anno del Signore, 1934-1944.

Continua a leggere