L' occhio selvaggio
L' occhio selvaggio

Paolo Cavara, Tonino Guerra, Alberto Moravia

L' occhio selvaggio

1965: non si è ancora spento lo scandalo del documentario 'Mondo cane', quando uno dei suoi registi, Paolo Cavara, decide di riflettere su quell'esperienza controversa. Per mostrare il cinismo di un reporter che viaggia in luoghi esotici alla ricerca dell'orrido, con l'alibi di mostrare la realtà. E per denunciare il potere inquietante e pericoloso della macchina da presa. Ne esce un film, 'L'occh...
Continua a leggere
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 18,00
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Narrativa
Copertina:
Pagine:
Dimensione:
Data di pubblicazione: 08/10/2014
ISBN: 9788845278198
Acquista su Amazon con i nostri punti Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili Narrativa
Pagine (ed. cartacea):
Data di pubblicazione: 08/10/2014
ISBN: 9788858769096

L'autore

Paolo Cavara (1926 – 1982) nasce come documentarista, firmando insieme a Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi Mondo cane (1962) e La donna nel mondo (1963). L’occhio selvaggio (1967) è il suo primo film di fiction. In seguito dirige film bellici (La cattura), thriller (...E tanta paura), western (Los amigos), commedie (La locandiera), affrontando il cinema di genere con creatività e ironia.

Continua a leggere

L'autore

Tonino Guerra (1920-2012) è nato a Santarcangelo di Romagna il 16 marzo 1920. È stato sceneggiatore di oltre novanta film tra cui Matrimonio all’italiana (Vittorio De Sica), Blow up (Antonioni), Zabriskie Point (Antonioni), Amarcord (Fellini), Nostalghia (Andrej Tarkovskij). Ha vinto tre volte il David di Donatello per la migliore sceneggiatura (1981, 1984, 1985) e lavorato con i più grandi registi del Novecento. Per Bompiani sono usciti La valle del Kamasutra, in occasione dei novant’anni dello scrittore, e Polvere di sole.

Continua a leggere

L'autore

Alberto Pincherle Moravia (Roma, 1907 – 1990), è stato scrittore, giornalista, saggista, reporter di viaggio e drammaturgo. È uno dei più importanti romanzieri italiani del XX secolo. Collaborò con giornali come “La stampa”, il “Corriere della sera” e “L’Espresso”. Tra i suoi libri più noti e tradotti in tutto il mondo “Gli indifferenti”, “La ciociara”, “La romana”, “Racconti romani” e “La noia”. Nel 1952 venne insignito del Premio Strega per “I racconti”, messi all’Indice dalla Chiesa. Dai suoi romanzi sono stati tratti numerosi film, tra i quali “La ciociara” di Vittorio De Sica, “Il disprezzo” di Jean-Luc Godard e “Il conformista” di Bernardo Bertolucci.

Continua a leggere