Morire è un mestiere difficile
Morire è un mestiere difficile

Khaled Khalifa

Morire è un mestiere difficile

Bulbul ha appena perso il padre, che giace in un ospedale di Damasco. L’ultima promessa che gli ha fatto è stata di seppellirlo accanto alla sorella nel suo paese natale, vicino ad Aleppo. Solo quattrocento chilometri, ma a separare le due città c’è un solco ben più profondo: Damasco infatti è sotto il controllo del regime di Assad, mentre Aleppo è nelle mani dei ribelli. Viaggiare dall’una all’al...
Continua a leggere
Acquista su Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 17,00
Editore: Bompiani
Collana: Narratori stranieri
Traduttore: Maria Avino
Copertina: Brossura con sovraccoperta
Pagine: 208
Dimensione: 150.0 x 210.0
Data di pubblicazione: 24/04/2019
ISBN: 9788845293108
Acquista su Giunti al Punto oppure acquista su:
Editore: Bompiani
Collana: Narratori stranieri
Traduttore: Maria Avino
Pagine (ed. cartacea): 208
Data di pubblicazione: 24/04/2019
ISBN: 9788858782682

L'autore

Khaled Khalifa è nato ad Aleppo, Siria, nel 1964. Tra i fondatori della rivista letteraria Alif, è autore di romanzi, sceneggiature di film e serie tv. Vive a Damasco. Tra i suoi titoli, tutti pubblicati da Bompiani, L’elogio dell’odio (2011), Non ci sono coltelli nelle cucine di questa città (2018), vincitore della Naguib Mahfouz Medal per la Letteratura nel 2013 e finalista all’International Prize for Arabic Fiction nel 2014, e Morire è un mestiere difficile (2019), finalista al National Book Award 2019 e al Premio Gregor von Rezzori 2020.

Continua a leggere