Non so che viso avesse
Non so che viso avesse

Francesco Guccini

Non so che viso avesse

Che aspetto avrà avuto un mio probabile (o improbabile) antenato, quel Guccino da Montagu’ che, secondo un documento del Cinquecento, è chiamato come testimone in un processo riguardante dei possedimenti fondiari? “Non so che viso avesse…”, è il caso di dirlo»: come sempre, per raccontare di sé Francesco Guccini parte dalle radici. La famiglia di mugnai che per secoli fatica e lotta in una valle t...
Continua a leggere
Acquista su Giunti al Punto oppure acquista su: Prezzo: € 19,00
Editore: Giunti
Collana: Scrittori Giunti
Copertina: Cartonato con sovraccoperta
Pagine: 324
Dimensione: 160.0 x 240.0
Data di pubblicazione: 10/06/2020
ISBN: 9788809891562

L'autore

Francesco Guccini è nato a Modena nel 1940. Cantautore-poeta e scrittore, è un mito per generazioni di italiani. Esordisce nel 1989 con Cròniche epafániche per pubblicare poi: Vacca d’un cane (1993), Racconti d’inverno (1993; con Giorgio Celli e Valerio Massimo Manfredi), La legge del bar e altre comiche (1996), Cittanòva blues (2003), Icaro (2008), i due volumi del Dizionario delle cose perdute (2012 e 2014), Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto (2015), Tralummescuro (2019) e Non so che viso avesse (2020) che – così come il disco L’ultima Thule con cui ha concluso la sua carriera musicale – hanno avuto uno straordinario successo di pubblico.

Continua a leggere