NovitàArte

Leonardo da Vinci. Il Codice trivulziano-Uccelli

Leonardo da Vinci

144+96 pagine

Compilato verso il 1487-1490, il Codice Trivulziano rappresenta il tentativo di Leonardo di organizzare e ordinare quella parte della lingua italiana che riguarda la scienza, la filosofia e le materie accademiche in genere. Gran parte dei vocaboli qui raccolti derivano dal latino e quasi tutti sono tratti da celebri opere rinascimentali come il De re militari di Roberto Valturius e il Vocabulista di Luigi Pulci. Molte parole furono reinterpretate da Leonardo, che attribuì loro un significato nuovo e le usò in differenti contesti. Il Codice Trivulziano costituisce perciò un documento eccezionale per lo studio di quel periodo della storia della lingua italiana in cui non erano ancora state fissate precise regole e norme di ortografia. Oltre alle ben note liste di vocaboli, esso comprende un'importante serie di disegni architettonici costituiti principalmente da studi elaborati per un concorso che fu bandito per completare la costruzione della cattedrale di Milano. Vi compaiono anche prove evidenti dell'interesse di Leonardo per l'arte della guerra e per le armi e una curiosa galleria di ritratti reali e immaginari. Nell'edizione qui presentata il facsimile è accompagnato da un volume con la trascrizione diplomatica e critica a cura di Anna Maria Brizio e riproduzioni invisibili portate alla luce mediante speciali fotografie. In un astuccio (formato 25 x 36) rivestito in pelle con impressioni in oro, sono contenuti il facsimile e un volume di testo di 138 pagine, stampato su carta a mano e rilegato in carta Fabriano. Edizione in facsimile di 998 copie numerate per tutto il mondo.

Condividi