Psicologia

Dalla pediatria alla psicoanalisi

Patologia e normalità nel bambino. Un approccio innovatore

Winnicott D. W.

392 pagine

Donald W. Winnicott fu una delle figure centrali della scuola britannica della teoria della relazione oggettuale. La sua teoria delle auto-organizzazioni multiple comprende un sé vero, che si sviluppa nel contesto di un ambiente di sostegno responsivo, caratterizzato da una madre sufficientemente buona.
Tuttavia, quando il bambino vive una rottura traumatica del suo senso del sé in via di sviluppo, emerge un sé falso, che controlla le necessità consce e inconsce della madre e si adatta a esse; così facendo, fornisce un esterno protetto dietro al quale il sé vero gode della riservatezza necessaria per mantenere l'integrità.
Inoltre Winnicott sviluppò il concetto di oggetto transizionale. Di solito costituito da un succhiotto, una coperta o un orsetto di pezza, l'oggetto transizionale serve come sostituto della madre durante i tentativi del bambino di separarsi e di diventare indipendente; esso offre un senso di sicurezza in assenza della madre.
Winnicott considerava lo spazio transizionale, in cui funziona l'oggetto transizionale, come l'origine dell'arte, della creatività e della religione.

Condividi