Ragazzi

La legalità raccontata ai ragazzi

Le indagini - La mafia - La corruzione - Le droghe - Il carcere

Serra Achille

Solo coltivando fin da giovani, e fin nei più piccoli gesti, una sana cultura della legalità, si diventa adulti responsabili. E tanti adulti responsabili rendono il nostro Paese un posto migliore in cui vivere.
A partire dai 10 anni
128 pagine

Da un protagonista della lotta contro la criminalità, una grande lezione di civiltà dedicata ai più giovani.
Partendo da appassionanti episodi autobiografici, Serra descrive quali sono le forze dell'ordine, come si fanno le indagini, come si combatte la mafia, la corruzione, la criminalità organizzata, racconta la realtà del sistema carcerario e i pregiudizi sull'immigrazione, smitizzando molti luoghi comuni sulla vita di un poliziotto. Ogni capitolo è introdotto dal racconto in prima persona di vere esperienze da lui vissute: la scoperta di un covo mafioso sotto il piano di una doccia, la liberazione di un ostaggio rapito... Il testo, arricchito da immagini fotografiche o illustrazioni, spiega poi nei dettagli i vari aspetti di ogni tema ed è ricco di informazioni e curiosità inedite su strumenti, tecniche e trucchi di un moderno investigatore.
La sua lunga esperienza porta l'autore a fare quindi una serie di riflessioni su quali siano le "armi" più appropriate per combattere il crimine: le forze dell'ordine e le leggi non bastano, ci vuole la partecipazione attiva di tutti i cittadini per creare una cultura della legalità che parta anche dai gesti della quotidianità.

Rassegna stampa

Corriere della Sera - La lettura

Donna Moderna

QN

La Repubblica - Firenze

Il Tempo

Condividi
  • Editore: Giunti Junior
  • Collana: A tu per tu
  • Illustratore: Molinari,Carlo
  • Copertina: Brossura con bandelle
  • Dimensione: 15.5x22.5cm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN - EAN: 9788809774971
  • Data di pubblicazione: 21/03/2012
  • Prima edizione: marzo 2012
L'autore
Achille Serra Achille Serra

Achille Serra nasce a Roma nel 1941; dopo aver conseguito la Laurea in legge, entra in Polizia nel 1968. Viene destinato a Milano, ricoprendo nel tempo l’incarico di dirigente della Squadra Mobile, capo della Digos e della Criminalpol. Inviato...

  • Milano da morire