Ragazzi

Non chiamarmi Cina!

Ballerini Luigi

Eppure non sono ancora una vera italiana. Quando vado in giro, la gente non vede me, vede solo la Cina e gli stereotipi su quel paese: il design copiato, la mafia, i laboratori nascosti dove imitano le borse griffate, l’invasione del mercato, la merce a basso prezzo, i giocattoli tossici, i cinesi che a Milano non muoiono mai, i morti che diventano saponette, il cibo avariato nei frigoriferi dei nostri ristoranti… E allora io mi sento attaccata, mi sento colpita in ciò che ho di più personale e non riesco a dire io non c’entro. Proprio ciò da cui ogni giorno cerco di prendere le distanze ritorna prepotente e mi costringe a prenderne le difese, a riaffermare ogni volta che io sono cinese e non voglio vergognarmene. Allora mi trovo a ricordare che essere cinese non significa per forza essere ambiguo, infido, pericoloso, disonesto.
A partire dai 11 anni
144 pagine
Disponibile anche: eBook

Un bellissimo romanzo per ragazzi che affronta il tema della convivenza e dell’integrazione interculturale senza retorica, attraverso una vicenda assai vicina all’esperienza quotidiana di molti giovani lettori.

Antonio, detto Toto, frequenta il quarto anno del liceo scientifico e ha un sogno segreto che affida solo al quaderno che ha cominciato a scrivere da poco: diventare calciatore professionista. E' un ragazzo come tanti: alcuni amici affezionati, una famiglia attenta, un Mister severo al punto giusto. Qualcosa, o meglio qualcuno, però, sta per fargli scoprire cose nuove su se stesso e sul mondo. E' Rossana, milanese di etnia cinese. Una ragazza forte, in grado di sostenere responsabilità di cui molte compagne di Toto non hanno la minima idea. Da sempre alle prese con le difficoltà di chi cammina in equilibrio sul confine tra due culture, senza sentirsi bene né solo nell'una, né solo nell'altra, Rossana tira dritto, alla ricerca di una composizione nuova che appartenga solo a lei. L'amore che nasce tra i due adolescenti, raccontato in prima persona da Toto, diventa così un'avventura in cui le loro giovani vite, piene di sogni, contrasti e difficoltà, si incrociano con il cammino faticoso e ben più grande di loro a cui la nostra società è chiamata, per diventare un luogo accogliente per tutti.

Extra è vincitrice del Premio Andersen 2012 come migliore collana di narrativa per adolescenti. Una collana di romanzi che raccontano il mondo dei ragazzi.

Rassegna stampa

Intervista a Luigi Ballerini su Radio 3 Rai durante la puntata di Fahrenheit del 26/6/2012.  Ascolta la puntata

Il Venerdì di Repubblica

La Repubblica - Firenze

Bresciaoggi 

Girl

Il Tempo

Famiglia Cristiana

CogitoetVolo.it

L'arena - Intervista all'autore Luigi Ballerini

Il libro della settimana su TopGirl.it

Donna al Top

Il Tirreno

Bol.it 

Zazie news

Dicono del libro

Al termine della lettura rimane un sapore positivo, di speranza, che al giorno d’oggi è impagabile. Guido Vassallo - CogitoetVolo