Politica e governoSaggistica

La patria ferita

I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra

Bracco Barbara

240 pagine

Con la sua straordinaria forza evocativa, la figura del mutilato esemplifica il passaggio epocale del primo, apocalittico, conflitto del XX secolo. Durante e dopo la Grande guerra i soldati italiani invalidi divennero l'emblema assoluto della '' patria ferita'': confermarono la forza devastante di un evento che esaltò il corpo menomato come simbolo del sacrificio. Medici e chirurghi, letterati e uomini di cultura, leader politici, pittori e scrittori delle avanguardie futuriste, istituzioni statali e associazioni di ex combattenti furono tutti impegnati a fare del corpo offeso del fante-contadino il centro di un vero e proprio culto nazionale.

Rassegna stampa

Il Sole 24 Ore

La Lettura

Corriere della Sera

Il Tempo

Condividi
  • Editore: Giunti
  • Collana: Orizzonti
  • Copertina: Brossura con bandelle
  • Dimensione: 14x21.5cm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN - EAN: 9788809779778
  • Data di pubblicazione: 31/10/2012
  • Prima edizione: ottobre 2012