PsicologiaSaggistica

Studi psicoanalitici sullo sviluppo emozionale

Greenacre Phyllis

448 pagine

Nata a Chicago e formatasi presso il Rush Medical College, Phyllis Greenacre orientò subito i suoi interessi verso la psichiatria e la psicoanalisi. Dopo la laurea entrò nella divisione psichiatrica (Phipps Clinic) del Johns Hopkins Hospital, dove per più di dieci anni svolse con Adolf Meyer attività clinica e didattica. Entrata dopo il training nella Società Psicoanalitica di New York, Phyllis Greenacre fu dopo poco figura attivissima e prestigiosa nell'ambito della Società Psicoanalitica Americana e delle Società Psicoanalitiche internazionali. Gli scritti raccolti in questo volume sottolineano il vasto e profondo cammino scientifico della Greenacre. Si può dire che quasi nessun settore della ricerca psicoanalitica sia sfuggito alla sua indagine: spiccano in particolare le sue osservazioni sulla nascente psicologia dell'Io, sul ruolo della ricostruzione nel processo psicoanalitico, sulla natura e sulla funzione del trasfert, sul feticismo e le altre perversioni, sull'importanza e il ruolo dei traumi infantili nella genesi delle nevrosi. Gli scritti qui raccolti, oltre all'interesse intrinseco che rivestono per chi esercita la professione psicoanalitica, sono importanti anche come testimonianza autorevole del processo di trasformazione della psicoanalisi nella generazione successiva a Freud e fino ai nostri giorni, trasformazione che è stata caratterizzata da significativi approfondimenti e ampliamenti cui la Greenacre ha sempre preso parte attivissima. Titolo originale: ''Emotional Growth. Psychoanalytic Studies of the Gifted and Great Variety of Other Individuals'' (1971).

Condividi