NovitàSaggistica

Vita di Erasmo da Rotterdam

Zweig Stefan

144 pagine

Sullo sfondo di un’epoca inquieta e tumultuosa, emerge la figura di Erasmo, il filosofo e umanista olandese nato a Rotterdam nel 1466, autore del celebre Elogio della follia e fra i massimi ispiratori del pensiero moderno. Stefan Zweig lo mostra debole nel fisico e nei nervi, ma soprattutto di statura gigantesca nel lavoro intellettuale: ingegno preciso e brillante, viaggiatore infaticabile (soprattutto in Italia e Inghilterra), spirito libero e senza partito. Mente di vasto sapere, ma anche cuore leale e benevolo, Erasmo è stato filologo, teologo e pedagogo. Ha amato intensamente la poesia e la filosofia, i libri e le opere d’arte, i linguaggi e i popoli, confidando nel progresso dell’umanità in virtù della ragione e della cultura. Uomo del silenzio e dello studio indefesso, non ha veramente odiato in terra che una sola cosa, come offesa e antitesi della ragione: il fanatismo, “spirito maligno” distruttore della concordia, “bastardo fra spirito e forza bruta”. E per questo motivo ha avuto come antagonista naturale il rivoluzionario Martin Lutero, uomo d’azione la cui colpa maggiore è di avere distrutto l’unità della cultura europea. Irriducibile a qualsiasi professione di fede religiosa o politica, Erasmo finì con l’essere avversato da tutti, cattolici e protestanti, prefigurando così le guerre dell’età contemporanea, in cui l’antica atrocità della violenza si unisce all’odio per la libertà di pensiero.

Condividi
  • Editore: Bompiani
  • Collana: Storia Paperback
  • Traduttore: Mazzucchetti,Lavinia
  • Copertina: Brossura
  • Dimensione: 130x198cm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN - EAN: 9788830101517
  • Data di pubblicazione: 22/05/2019
  • Prima edizione: 2002