Conoscere e capire a partire da I Fondamenti

"Non edificate senza fondamenti", scriveva Leonardo da Vinci e “I FONDAMENTI”, è il nome della nuova collana di saggistica di alta divulgazione a marchio Giunti, un progetto aperto a molte discipline dalla psicologia all’arte, all’archeologia, alla storia, alle scienze, e che esplora grandi aree culturali con un approccio ora più popolare ora più specialistico.

Temi interessanti e curiosi, affrontati con un taglio divulgativo ma che permette di aprire strade verso ulteriori approfondimenti; contenuti stimolanti e stile brillante che appagano il desiderio di conoscenza di quei lettori desiderosi di non fermarsi alle informazioni imprecise e non sempre verificate che si ottengono rapidamente attraverso il web e amano vedere e comprendere il legame che esiste tra alcuni grandi temi e la vita contemporanea. Un legame evidentissimo già nelle prime due opere che inaugurano la collana.

La preistoria è donna. Una storia dell’invisibilità delle donne di Marylène Patou-Mathis, nell’esaminare la condizione di assoluta paritarietà tra uomini e donne nelle società preistoriche di cacciatori e raccoglitori in epoca addirittura neanderthaliana, rimanda evidentemente, con maggiore forza e una paradossale carica ironica, alle disuguaglianze contemporanee.

Il mito greco e la manutenzione dell’anima di Giuseppe Conte non ci racconta i miti greci in maniera archeologica, ma ci svela la loro perennità, l’attualità eterna, la loro capacità di nutrire profondamente e di indirizzare, ancora oggi, la nostra vita…
Che è quanto ci aspettiamo, sempre dai libri.