“Mai più. Per non dimenticare”. Una storia Wonder sul potere della gentilezza

Un atto di gentilezza può cambiare il cuore delle persone. E a volte, può salvare una vita. R. J. Palacio ci regala ancora una volta un libro capace di toccare le corde più profonde dell’animo: Mai più. Per non dimenticare è il nuovo capitolo della serie Wonder, una graphic novel ambientata ai tempi del nazismo e delle persecuzioni contro gli ebrei.

«Coloro che non ricordano il passato sono destinati a ripeterlo». La citazione di George Santayana posta in esergo racchiude il significato del libro: occorre ricordare il passato, per evitare che si ripetano le stesse crudeltà e ingiustizie. Imparare dagli errori e dagli orrori già accaduti è l’unica strada per costruire un futuro migliore. Ed è proprio questo che accade al piccolo Julian, l’ex “nemico” di Auggie, bullo di prima categoria nel capitolo iniziale della saga di Wonder. Quello che Julian non sa, infatti, è che il suo nome non è stato scelto per caso, ma custodisce un significato prezioso, il ricordo di una persona che è stata capace di rivoluzionare le vite di chi gli stava intorno con la sua gentilezza.

Quando Julian, per un compito scolastico, chiede alla nonna francese di raccontargli la sua storia, non sa cosa lo aspetta. Nonna Sara vola con i ricordi al suo passato di ragazzina ebrea nella Francia occupata dai nazisti, dove soprusi, violenze, deportazioni, omicidi diventano realtà quotidiana. Ma anche nei tempi più bui, una luce continua a brillare nei cuori delle persone, e Sara incontra un ragazzino – Julien – che segnerà per sempre il corso della sua esistenza.

Una storia di coraggio e solidarietà che aiuta tutti, grandi e piccini, a ricordare l’Olocausto e a fare sì che certi orrori non si ripetano mai più.

Mai più. Per non dimenticare

R. J. Palacio

Mai più. Per non dimenticare

Giunti

R. J. Palacio

Mai più. Per non dimenticare

Il debutto dell’autrice bestseller R.J. Palacio nel mondo della graphic novel, con un’indimenticabile storia che, ispirandosi a Wonder, parla di gentilezza e coraggio nel contesto della Seconda guerra mondiale. Il racconto prende le mosse proprio dal mondo di Wonder, dalle parole della nonna di Julian, che racconta la sua straziante storia: come lei, giovane ragazza ebrea, fu protetta e nascosta d...
Continua a leggere