Si torna a scuola! Emozioni da vivere e da leggere

Le vacanze non sono ancora finite, certo. C’è chi sta facendo gli ultimi bagni o chi si sta inerpicando sui sentieri di montagna, ma il conto alla rovescia per il rientro a scuola è cominciato… 
L’emozione è tanta per tutti, genitori e alunni, perché ogni primo giorno di scuola rappresenta anche un nuovo inizio. Tanti libri che aspettano solo di essere sottolineati, quaderni bianchi che attendono di essere riempiti di parole o calcoli, e poi l’astuccio, lo zaino e per i più piccoli il grembiule!

Per arrivare un po’ più consapevoli a questo giorno così importante, abbiamo selezionato alcuni libri che raccontano la scuola da tanti punti di vista diversi.

Quelli per i quali scuola è ancora uno spazio di giochi e piccole scoperte, quelli della scuola dell’infanzia, l’ideale è un giocalibro, Tutti a scuola! con tante finestrelle e illustrazioni, per scoprire cosa significa andare alla cosiddetta materna.

E se a parlare fosse la scuola stessa? Chissà cosa si aspetta dal primo giorno? Sarà curiosa di conoscere bambini nuovi, o preoccupata che ci siano dei monelli poco gentili con lei? Lo scopriremo tra le pagine di Un grande giorno per la scuola.

I bambini e le bambine che a settembre inizieranno la primaria, si rispecchieranno facilmente nella simpatica Tea. Il libro Tea. Pronti per la scuola si compone di 5 racconti e ci racconta di come Tea ha vissuto i suoi primi giorni di scuola. 

Ma anche il draghetto Carlo, che andrà alla scuola dei draghi, ha le sue preoccupazioni, lui che i quaderni non li incenerisce, come fanno tutti i suoi compagni, ma li riempie di poesie. Carlo alla scuola dei draghi è un libro di grande formato, con illustrazioni spettacolari e una storia delicata e divertente sulla diversità e la fiducia in se stessi.

La piccola Cleo, che va alle elementari, ha un piccolo grande problema. I compagni sono simpatici, le maestre pure, ma è più forte di lei: quando c’è da leggere o da scrivere le prende un gran sonno… E infatti il libro che racconta la sua storia si chiama A occhi chiusi.

La scuola non è e non deve essere solo uno spazio per imparare a scrivere e a far di conto ma anche il luogo in cui si impara il valore dell’amicizia e dell’inclusione. Salto dopo salto parla proprio di questo argomento, attraverso la vicenda di Giovanni e della sua compagna Etoile. 

Non esisterebbe la scuola senza i maestri e le maestre, figure amatissime ma anche un po’ misteriose… cosa fanno quando suona la campanella a fine giornata? Siamo sicuri che esistano davvero anche fuori dalle mura scolastiche? È quello che si domanda Giacomo nel libro La scatola dei maestri.

Per ricordare a tutti che l’istruzione è un diritto fondamentale da conoscere, rispettare, difendere ci viene in aiuto la bravissima Anna Sarfatti che ha dedicato un libro - Tutti a scuola!  - all’articolo 34 della costituzione, quello che si intitola: La scuola è aperta a tutti!

E per i più grandi, quelli che sono all’ultimo anno di primaria o che frequenteranno le scuole secondarie, ecco una serie di libri sulle disavventure che capitano un po' a tutti e tutte nel corso degli anni delle medie. Annalisa Strada, con la sua penna ironica e spiritosa, ha dedicato ben cinque volumi alla scuola media, tra primi amori, grandi amicizie, odiosi bulli e professori non troppo amati…Ok... panico!, Fuori classe!, Bulli & balli, Dagli al prof!, Che scena!.

A proposito di professori, come se la caverà un prof pronto a tutto per instillare con un “metodo scientifico” la passione per la lettura nei suoi studenti che proprio non ne vogliono sapere? Lo scopriremo leggendo il divertentissimo I maschi non leggono

Insomma, dopo tutte queste letture, siete pronti per la scuola?