Terzo Tempo: amori e passioni anche dopo i sessanta

Chi ha detto che l’eros ha una data di scadenza? O che la voglia di amare si estingue con l’età?

Lidia Ravera, scrittrice di fama internazionale e già autrice de “Il terzo tempo”, è la curatrice di una collana contemporanea e innovativa, i cui protagonisti sono over 60 e che racconta l’intensità dei loro desideri e delle loro passioni anche di fronte all’inevitabile trascorrere del tempo.

Le protagoniste della collana sono legate da un invisibile filo rosso: sono tutte donne energiche e vitali, che hanno alle spalle storie magari dolorose o complicate ma che non hanno perso la voglia di rimettersi in gioco. Le loro storie, raccontate con brio, ironia e divertimento, e con un pizzico di eros, raccontano rinascite e rivincite che spazzano via l’opinione corrente secondo la quale gli over 60 – la generazione dei baby boomers – sono fuori dal flusso della vita attiva, senza più curiosità, desideri e capacità di cogliere ogni gioia, anche quelle del sesso, che la vita ancora ha da offrire.

Dopo tante autrici donne, che hanno affrontato con intelligenza e ironia il tema dei sentimenti e del sesso nel periodo della maturità della vita, finalmente è un uomo a firmare uno dei volumi di questa serie di successo: si tratta del noto giornalista Paolo Guzzanti, autore del romanzo L’ultimo amore non si scorda mai, in cui il protagonista, un uomo di successo, psichiatra, scrittore, filosofo e… fanfarone, incontra una donna affascinante e impertinente che lo costringerà a confrontarsi con un passato imbarazzante. Sarà un viaggio accidentato e comico che li condurrà a una spietata resa dei conti. La loro sarà un’esplorazione imprevista e vertiginosa nelle profondità degli animi di una coppia non più giovane e reclusa inaspettatamente per l’arrivo della pandemia.

Questo nuovo libro va ad arricchire la serie che si compone già di numerosi romanzi, tutti godibilissimi: con Il meglio deve ancora venire Linda Brunetta ci trascina nelle dinamiche imprevedibili che si creano tra la sessantasettenne Sofia e il fidanzato della figlia Ginevra, tra colpi di scena e sorprese che porteranno a un esito sicuramente inaspettato. Barbara Cappi e Grazia Giardiello con il loro Balene raccontano invece di Evelina e della sua vita fatta di alti e bassi, tra amori infelici, amicizie profonde e successi lavorativi. Il suo sogno è sempre stato quello di vedere il passaggio delle balene al largo delle Isole Azzorre, e proprio quando inizia a credere che quel sogno sarebbe rimasto per sempre nel cassetto, ecco che l’avventura bussa alla porta di casa cambiando radicalmente i fragili equilibri della sua vita.

Da non perdere i quattro titoli precedenti, tutti appassionanti. “Mai dire mai più” di Elena Vestri porta le lettrici nella vita della sessantaquattrenne Arianna e della sua intraprendente e spericolata amica Federica: nonostante un passato ricco di delusioni amorose, Arianna rimane ipnotizzata dall’affascinante figura di Giacomo, che altri non è se non il padre del nuovo fidanzato di Federica, il trentenne Emanuele. “Non essere ridicola” di Brunella Schisa racconta invece la storia di Emma, che da un momento all’altro vede il proprio matrimonio – e con esso tutta la propria vita – crollare davanti ai suoi occhi, mentre “Appena in tempo” di Emanuela Giordano è la storia di Natalia e del suo folgorante incontro con un uomo misterioso. “Zero gradi” di Roberta Colombo, infine, narra di Isabella e della sua ritrovata giovinezza, dopo un lungo matrimonio vissuto senza amore.

Se siete dunque alla ricerca di storie che vi spingano a non mollare e a credere che tutto sia ancora possibile, “Terzo Tempo” è la collana giusta per voi. Perché l’amore non ha età, nemmeno dopo i sessanta!